Lettera autografa inviata nel 1928 da Giorgio Morandi all'amico pittore ed incisore Mario Bacchelli, nonno dell'artista Lucia Bacchelli che, gentilmente ce l'ha fatta avere.Gli amici degli anni di formazione di Morandi sono i compagni d'Accademia Osvaldo Licini, Severo e Mario Pozzati, Giacomo Vespignani e Mario Bacchelli (il fratello Riccardo nel 1918 scriverà il primo testo critico sull'artista, segnalando la "rivelazione" Morandi). Con loro il 21 e 22 marzo del 1914 l'artista espone nella famosa mostra dell'Hotel Baglioni, sulla cui scia nascerà attraverso Balilla Pratella il rapporto con il gruppo futurista, con il quale Morandi espone nello stesso anno alla Galleria Sprovieri di Roma.

Lettera autografa inviata nel 1928 da Giorgio Morandi all'amico pittore ed incisore Mario Bacchelli, nonno dell'artista Lucia Bacchelli che, gentilmente ce l'ha fatta avere.Gli amici degli anni di formazione di Morandi sono i compagni d'Accademia Osvaldo Licini, Severo e Mario Pozzati, Giacomo Vespignani e Mario Bacchelli (il fratello Riccardo nel 1918 scriverà il primo testo critico sull'artista, segnalando la "rivelazione" Morandi). Con loro il 21 e 22 marzo del 1914 l'artista espone nella famosa mostra dell'Hotel Baglioni, sulla cui scia nascerà attraverso Balilla Pratella il rapporto con il gruppo futurista, con il quale Morandi espone nello stesso anno alla Galleria Sprovieri di Roma.

 

 


Torchio calcografico Bendini appartenuto al Professor Giorgio Morandi ora donato all'Accademia delle Belle Arti di Bologna
Torchio calcografico Bendini appartenuto al Professor Giorgio Morandi ora donato all'Accademia delle Belle Arti di Bologna