Torchi calcografici Bendini.......nel MONDO

Opera dell'artista Alfredo Furlani Acquaforte, Bulino e Puntasecca

Alfredo Furlani nasce a Trieste nel 1949. Inizia sin da piccolo a divertirsi usando matite, penne, pastelli colorati fino a sperimentare l’acquerello, la tempera e le tecniche miste. Per scopi professionali, legati alla sua laurea in ingegneria civile edile, si specializza in disegno architettonico, ma conserva sempre una gran passione per il disegno a mano libera e riporta su carta, con interpretazione personale, tutto quello che lo circonda.Risale al 1976 la sua iscrizione alla Scuola Libera dell’ Acquaforte “Carlo Sbisà”   che frequenta ininterrottamente fino al 2008 con l’insegnante Mirella Sbisà e il maestro Furio de Denaro. Nel  1997 frequenta un corso di acquerello presso la Scuola Internazionale di Illustrazione per l’ Infanzia di Stepan Zavrel, a Sarmede. Dalla seconda metà degli anni novanta è assiduo frequentatore, presso la Scuola Internazionale di Grafica di Venezia di Matilde Dolcetti, dei corsi estivi di acquerello, disegno, tecniche miste, carnet de voyage  e, più recentemente, dei seminari di calligrafia, organizzati dall’ insegnante Kathryn Shank Frate con maestri provenienti da tutto il mondo.    Fa parte della VIS (Venetiae Incipit Scriptorium), e partecipa alle attività dell’ associazione. Dal 2008 è iscritto al Laboratorio di tecniche incisorie PRINTS (Presenze Incise a Trieste), dove pratica l’ acquaforte, il bulino, la ceramolle, la puntasecca, la mezzatinta e la xilografia. Appassionato di montagna, si dedica alla scultura del legno in Val Gardena, e all’ acquerello en plein air sulle Pale di S. Martino, con l’ insegnante Silvia de Bastiani.

Ha all’ attivo una quarantina di mostre collettive ospitate a Venezia, Roma, Vienna, Chrudim e nelle principali gallerie di Trieste (dal 1966 al 2019).

 

 

18 Agosto 2020

 

 

Del tutto piacevolmente imprevista la quinta mostra di acqueforti di Giorgio Voltattorni M. intitolata "Filigrane di luce", allestita nei suggestivi ambienti del Convivium Maranense, al Paese Alto di Cupra Marittima, a pochi metri dalla sua casa-studio. Probabilmente sarà il suo più bell’appuntamento con gli appassionati di grafica d’arte, perché lo spazio espositivo ha imposto all’autore una severa selezione delle opere. Dunque l’artista cuprense presenterà una scelta di sole 60 incisioni fra le circa 200 della sua produzione grafica, molte delle quali del tutto inedite poiché realizzate in pieno lockdown. Non mancheranno quelle dedicate alle "Porte" e alcuni esempi scelti dal corposo ciclo "Cartoline da..."